Finalmente il depuratore per l’area artigianale

CASUMARO. Sono iniziati i lavori (attesi da anni) per un nuovo impianto di depurazione al servizio del centro abitato di Casumaro. L’impianto, previsto nel piano di investimenti definito da Comune di Cento, Atersir e Hera, che sorgerà in via Gualandi, è in grado di compensare l’aumento degli insediamenti abitativi nella zona di Casumaro e consentirà di raccogliere le acque dell’impianto di Reno Centese. Inoltre è stato dimensionato per raccogliere i reflui della zona produttiva di Casumaro (area adiacente al Laguna Blu). La fine dei lavori è prevista per la fine dell’anno in corso. L’investimento per questo progetto di miglioramento del servizio di depurazione delle acque reflue è pari ad un milione di euro. L’impianto è stato progettato da Hera. Si tratta di un progetto che prevede uno schema impiantistico evoluto, realizzato per trattare i reflui urbani provenienti dai centri abitati della zona offrendo la possibilità di fronteggiare in sicurezza le punte di carico elevate. Il nuovo depuratore sostituisce quello esistente, adiacente al nuovo, che verrà demolito. L’entrata in funzione del nuovo impianto costituirà un notevole potenziamento e miglioramento del servizio alle utenze (si passerà da 1.600 a 4.000 unità equivalenti servite). Inoltre, permette di rispettare ampiamente gli obblighi normativi, rispondendo all’esigenza, fortemente sentita sul territorio, di tutelare al massimo la salubrità delle acque superficiali dei canali della zona.
L’impianto è stato realizzato curando con particolare attenzione il suo inserimento nell’ambiente circostante, con soluzioni atte a minimizzare gli impatti in termini estetici, di rumorosità e odore. In particolare. Infatti si è abbattuto l’impatto acustico. Per abbattere gli odori si è ricorsi ad una copertura del pozzetto di sollevamento, all’adozione di trattamenti aerobici, alla produzione di fanghi fortemente stabilizzati e, nei trattamenti preliminari, all’applicazione di un filtro biologico delle emissioni. Infine, l’impatto visivo è stato neutralizzato grazie alle ridotte dimensioni dell’impianto che potrà essere schermato dalla piantumazione di una siepe perimetrale in carpino. Il funzionamento dell’intero impianto di depurazione è completamente automatizzato. L’impianto è inoltre collegato al centro di telecontrollo di Hera di Forlì. «Siamo molto soddisfatti della realizzazione del nuovo depuratore – ha affermato il sindaco di Cento, Fabrizio Toselli -; a Hera abbiamo chiesto, in particolare, di rivolgere grande attenzione al tema degli odori e dei rumori, rispetto al quale continueremo a vigilare. L’aumento da 1.600 a 4.000 utenze servite andranno nella direzione di un miglioramento dell’ambiente e delle condizioni igienico sanitarie delle frazioni di Casumaro e Reno Centese. Inoltre, contiamo di dare risposte concrete anche all’area produttiva di Casumaro».

La Nuova Ferrara
Link al sito con la notizia, clicca qui.