Nel mirino dei ladri finisce anche la Fava Spa

CENTO. Aziende nel mirino dei ladri. È accaduto a Cento nella notte tra domenica e lunedì, dove si è ampliato il raggio del raid compiuto dai malviventi rispetto a quelle che erano i primi riscontri. Infatti i ladri – a questo punto è anche possibile che si tratti della stessa banda che ha agito seguendo un ”percorso” ben preciso – ha colpito anche alla Fava Spa, nella sede della Cmv e al Centro del recapito di Poste italiane, nella zona dell’area artigianale già in territorio di Renazzo.
Nella sede della storica azienda di via IV Novembre- tra le eccellenze internazionali della produzione di impianti per la pasta- i ladri sono entrati in azione senza che nessuno si accorgesse di niente. Entrati nell’azienda i malviventi sono riusciti a impossessarsi di alcune centinaia di euro in contanti , mentre è in via di quantificazione la stima dei danni fatti dai malviventi per poter entrare nella ditta.
Probabilmente la stessa banda ha agito anche nella zona artigianale che si estende sui due lati della provinciale 66, tra Penzale e Renazzo. I ladri sono riusciti infatti a penetrare nella sede della Cm, in via gnoti, passando da una finestra al primo piano che probabilmente era stata lasciata aperta, visto che non si sarebbero riscontrati segni di effrazione. Una volta negli uffici i ladri si sono impossessati di circa 2mila euro contenuti in una cassaforte prima che arrivassero sul posto gli addetti avvertiti dall’entrata in funzione dell’allarme. E a poche centinaia di metri, dall’altra parte della strada provinciale, i ladri sono penetrati anche nel Centro del recapito di via Ungheria. I malviventi sarebbero riusciti a portare via materiale che richiederà agli operatori di Poste Italiane un notevole lavoro per cercare di verificare con esattezza cosa è stato asportato. Sui furti stanno indagando i carabinieri.

La Nuova Ferrara
Link al sito con la notizia, clicca qui.