Tabaccheria rapinata a colpi di piccone

Corporeno. I ladri hanno assalito la tabaccheria Dall’Angela in via Statale a Corporeno. Il furto con scasso è avvenuto nella notte tra martedì e mercoledì, poco dopo le 3, quando ignoti hanno divelto le vetrate a colpi di piccone, riuscendo poi a rubare gratta e vinci per un valore di 6mila euro e 400 euro in pacchetti di sigarette. I rumori della piccozza hanno svegliato i proprietari che dormono nell’appartamento sopra al negozio ‘tuttofare’ che, oltre a essere una tabaccheria, è anche una cartoleria, un’edicola e una rivendita di articoli da pesca. I proprietari sono riusciti a vedere uno dei due uomini che poi si sono dati alla fuga facendo perdere le proprie tracce. Il raid è già stato denunciato ai carabinieri di Cento che ora stanno indagando sul caso. La razzia non ha mobilitato solo le forze dell’ordine ma anche la Lega Nord di cui Renato Borgatti, che gestisce lo storico esercizio commerciale insieme alla moglie Cristina Lavezzo, è militante da anni. Alan Fabbri, capogruppo della Lega Nord in Regione, esprime “solidarietà alle vittime di questo odioso episodio”, stando vicino a Renato, “una persona che ha sempre difeso e diffuso i valori in cui crediamo. Conosciamo la sua forza – sottolinea Fabbri – lui e la sua famiglia sapranno subito rialzarsi, per continuare a rappresentare, con la loro attività commerciale, un punto di riferimento fondamentale per il territorio”. Un territorio che ultimamente è sempre più preso di mira dai malviventi, come ricorda Marco Pettazzoni, consigliere regionale del Carroccio e consigliere comunale a Cento. “Abbiamo chiesto un coordinamento interforze – spiega – per affrontare quella che è una vera e propria emergenza, continua ma sottovalutata. L’insicurezza non è soltanto percepita ma reale, il caso di Corporeno lo ha dimostrato per l’ennesima volta”.

Estense.com
Link al sito con la notizia, clicca qui.