• ArabicChinese (Simplified)DutchEnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Omicidio Govoni, confermate le condanne a 30 anni

Renazzo. Conferma totale delle condanne per i due uomini responsabili della terribile morte di Cloe Govoni e del violento pestaggio della sua cognata, Maria Humeniuc, durante una rapina. La Corte d’assise d’Appello di Bologna ha confermato i 30 anni di carcere arrivati in rito abbreviato a carico di Florin Constantin Grumeza e Leonard Veissel che il 6 novembre del 2015 entrarono in casa della signora Govoni, scatenarono la loro furia contro le due donne e uscirono con un bottino da 90 euro e un pugno di preziosi. Cloe Govoni rimase ferita in modo letale: la morte sopravvenne dopo cinque giorni di agonia in ospedale. Confermate anche tutte le statuizioni civili a favore della signora Humeniuc, dei familiari e del Comune di Cento. “Come in primo grado, sono soddisfatto – commenta l’avvocato Salvatore Mirabile, rappresentante della signora Humeniuc, costituitasi parte civile -. La sentenza del gup era equilibrata e corretta e la Corte d’appello non ha fatto altro che prendere atto di questo. Non si può sostenere che non ci fosse il dolo omicidiario da parte dei due, se non fossero intervenuti i sanitari oggi staremo parlando di un duplice omicidio”. La storia della rapina, del massacro delle due donne e della morte di Cloe Govoni provocò al tempo molte reazioni politiche sul tema della sicurezza e alla comunità centese arrivò anche il cordoglio e il sostegno del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella che, nella sua breve visita ferrarese, ebbe un colloquio a parte con l’allora sindaco Piero Lodi.

Estense.com
Link al sito con la notizia, clicca qui.



Taggato , , , . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi