• ArabicChinese (Simplified)DutchEnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Casumaro, fotored e velox per la sicurezza

CASUMARO. Porte d’accesso all’entrata del paese, fotored sul semaforo di via Bondenese, box velox su via ex Dogana e via Correggio, platee e passaggi pedonali rialzati. Questi i progetti in cantiere per migliorare e rendere più sicura la viabilità a Casumaro. Partito mercoledì prima a Reno Centese, poi in serata a Casumaro il percorso di confronto con la cittadinanza sul piano di sviluppo della viabilità nel Centese. Presentati in entrambi i paesi, le proposte d’intervento che il Comune intende inserire nel piano generale del traffico per il Centese. Elaborato in base a dati rilevati a flussi di traffico e incidentalità, il piano prevede ad oggi interventi, in tema di viabilità e assetto viario, da realizzare nel medio e breve termine, e progetti che rientreranno in una programmazione di lungo periodo. Assente l’ingegner Alfredo Drufuca di Polinomia – studio incaricato per redigere il piano – , ad illustrare le proposte nelle due consulte, è stata l’architetto Beatrice Contri (responsabile del servizio mobilità del comune di Cento) affiancata dall’assessore Matteo Fortini a Reno Centese, mentre a Casumaro dal consigliere comunale Alessandro Guaraldi e dal vicesindaco Simone Maccaferri: «Una volta raccolte le segnalazioni nelle diverse frazioni e nel capoluogo, verranno vagliate ed entreranno in una programmazione di medio e lungo periodo, la cui priorità verrà definita in funzione della mole delle opere e delle risorse disponibili».

Obiettivo del piano, «la sicurezza sulla rete viaria del Centese attraverso la riduzione della velocità di auto e mezzi pesanti: Cento punta a diventare Comune pilota per il progetto delle porte d’ingresso. Un progetto sperimentale apprezzato dalla Regione che sembra intenzionata a recepire e a finanziare. Si prevede di realizzare “porte d’accesso” in tutte le frazioni, in modo che sia evidente e riconoscibile con interventi e presidi specifici (come chicane o rotatorie) che obbligano chi accede (anche i mezzi pesanti) a rallentare la velocità in concomitanza del centro abitato».

La Nuova Ferrara
Link al sito con la notizia, clicca qui.



Taggato , , , . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi